Cataratta diabetica: l'intervento per ridare la vista è possibile

La cataratta è una patologia molto conosciuta in medicina umana, ma può colpire allo stesso modo anche i cani e, più raramente, i gatti. Con il termine cataratta si definisce qualsiasi opacità del cristallino, ovvero quella lente presente nell’occhio e situata subito dietro all’iride. 


In condizioni ottimali il cristallino è trasparente e permette di mettere a fuoco le immagini sulla retina, nei casi di cataratta invece il cristallino diventa parzialmente o totalmente opaco, compromettendo la vista. Questa patologia è facilmente riconoscibile perché la pupilla, che normalmente appare nera, tende ad assumere un colorazione bianca o azzurra.


Cause della cataratta nei cani e nei gatti

La cataratta dei cani e dei gatti può essere causata da diversi fattori, come:

  • Fattori genetici (cataratta ereditaria)
  • Fattori traumatici (come ad esempio rotture della capsula della lente oppure presenza di uveiti)
  • Fattori metabolici (come il diabete)
  • Senilità (ovvero anzianità dell’animale)

 

La Cataratta Diabetica: cause e sintomi

La cataratta diabetica è una forma di cataratta che, proprio come dice il nome, si sviluppa a seguito del diabete. Riconosciuta come una delle conseguenze più diffuse di questa patologia metabolica, la cataratta colpisce circa l’80% dei cani diabetici ed è dovuta in questo caso alla presenza prolungata di un elevato tasso di glucosio nel sangue. Questa situazione di iperglicemia modifica la struttura del cristallino, rendendolo opaco e gonfio. 


Con il passare del tempo il cristallino si danneggia progressivamente e di conseguenza l’animale tende a vedere sempre meno, fino ad arrivare alla completa cecità. Oltre a deficit visivi, l’animale può accusare anche dolore e fastidio agli occhi.

 

La Cataratta Diabetica: cura e trattamento

Sebbene in commercio esistano farmaci venduti come terapia medica della cataratta, al momento non sono state riscontrate evidenze scientifiche sull’efficacia di questi prodotti nella cura di questa patologia. Attualmente, infatti, l’unica possibilità di rimozione della cataratta al fine di ripristinare la visione dell’animale rimane l’operazione chirurgica.


L’intervento chirurgico per la cataratta nei cani e nei gatti è consigliato non solo per permettere all’animale di riacquistare la vista, ma anche per scongiurare una serie di complicazioni dovuti alla presenza della cataratta stessa, come ad esempio:

  • lussazione della lente catarattosa
  • glaucoma
  • uveite facoclastica


La chirurgia per la rimozione della cataratta nel cane e nel gatto è analoga a quella che viene realizzata sugli umani, sebbene per ovvie ragioni venga effettuata in anestesia generale. La rimozione della cataratta avviene tramite facoemulsificazione (chiamata anche facoframmentazione), ovvero tramite l’utilizzo di uno strumento ad ultrasuoni che frammenta ed aspira il cristallino danneggiato, sostituendolo con una lente artificiale.


Sebbene la percentuale di successo dell’operazione per la cataratta dei cani e dei gatti sia intorno al 95%, il risultato può variare a seconda dello stato di salute dell’animale e dalle condizioni dell’occhio. Per questo, prima di procedere all’intervento chirurgico per la cataratta, è fondamentale effettuare degli esami pre-operatori che permettano di valutare sia le condizioni generali dell’animale che quelle della retina.


L’intervento chirurgico per la cataratta non solo permette all’animale di riacquistare la vista, ma assicura anche che la cataratta non si riformi: questo è possibile perché il cristallino artificiale posto nell’occhio del cane o del gatto tende a rimanere sempre trasparente.

Leggi i nostri ultimi articoli

Prendersi cura di cani e gatti è una gioia, ma anche un impegno! Nel nostro blog alcuni suggerimenti per farlo al meglio.

I veterinari della San Carlo

Ci occupiamo dei vostri animali domestici con amore e professionalità. Crediamo nella formazione e continuiamo ad aggiornarci per offrire ai nostri pazienti le migliori prestazioni.

Aree cliniche

Ortopedia, cardiologia, oftalmologia, radiologia, oncologia... Professionalità dei veterinari e tecnologie all'avanguardia per un'offerta clinica a 360°.

Anche cani e gatti possono donare il sangue

Scopri perchè è nata la Fondazione San Carlo e se anche i tuoi animali possono essere iscritti nel nostro registro donatori.

PER APPUNTAMENTI E INFORMAZIONI
chiamare lo 030/316761

Orari di visita:

Lunedì, mercoledì e venerdì: 9.30 - 12.30 / 15.30 - 19.30

Martedì, giovedì e sabato: 9.30 - 12.30 / 14.30 - 19.30 

Per appuntamenti:

Chiamare dal lunedì al sabato dalle 9.30 alle 19.30.

Apertura Pronto Soccorso:

7 giorni su 7 - 24 ore su 24

 

La Clinica Veterinaria San Carlo si trova in Via G. Pascoli, 1/C - Brescia, accanto all'Esselunga di Via Milano.

Condividi su:

Condividi su Facebook