Perché è importante vaccinare il proprio cane e il proprio gatto

Proprio come nel caso degli umani, anche il vaccino per gli animali è un prodotto utilizzato a livello medico per prevenire le principali malattie infettive. Sebbene il vaccino non possa darci la certezza al 100% che il nostro cane o il nostro gatto non prenderà la malattia per cui è stato vaccinato, vaccinare il nostro animale è fondamentale perché ci permette di diminuire drasticamente la possibilità di contagio oppure di ridurre in modo significativo i danni che la patologia può provocargli.

Prima di procedere con l’iter vaccinale è fondamentale verificare lo stato di salute dell’animale tramite una visita: i vaccini vanno infatti ad agire sul sistema immunitario, per cui è necessario che il cane o il gatto da vaccinare non presentino sintomi come vomito, diarrea e/o febbre, perché potrebbero essere segno di patologie in corso. Una volta che il veterinario ha constatato che il paziente è in buona salute può procedere ad effettuare le vaccinazioni.

Sia per i cani che per i gatti le vaccinazioni si dividono in due categorie principali:

  • Vaccini CORE, ovvero quelli che tutti i cani e tutti i gatti dovrebbero ricevere.
  • Vaccini NON-CORE, ovvero quelli che è consigliato effettuare per proteggere i cani e i gatti dagli agenti presenti in un determinato territorio.


I vaccini CORE per il cane sono:

  • Vaccino per la Parvovirosi
  • Vaccino per il Cimurro
  • Vaccino per l’Adenovirus


I vaccini CORE per il gatto sono:

  • Vaccino per la Parvovirosi
  • Vaccino per il Calicivirus
  • Vaccino per l’Herpesvirus


In alcuni Paesi tra i vaccini CORE per i cani e per i gatti è inclusa la Rabbia, mentre in Italia la vaccinazione per la Rabbia è considerata NON-CORE in quanto nel nostro Paese questa malattia è stata debellata. In ogni caso il vaccino per la Rabbia è tra le vaccinazioni obbligatorie in caso di viaggi all’estero, sia per i cani che per i gatti. 

 

Vaccini NON-CORE per i cani e per i gatti 


Come anticipato, le vaccinazioni NON-CORE per i cani e per i gatti variano a seconda del territorio in cui l’animale vive. In Italia, per esempio, tra i vaccini NON-CORE per i cani troviamo il vaccino per la Leptospira: presso la nostra Clinica viene eseguito il vaccino L4, ovvero quello che contiene quattro ceppi di Leptospira e quindi offre una maggiore protezione contro la malattia.

Date le numerose varianti presenti, è fondamentale che al corretto iter vaccinale del cane o del gatto sia associato anche il buon senso del proprietario: è necessario infatti stare sempre attenti a non esporre il nostro amico a quattro zampe ad eventuali fonti di patologie già accertate.


 

Quando vaccinare i cuccioli di cane e di gatto


Prima di capire a che età è meglio vaccinare un cagnolino o un gattino è necessario comprendere il concetto di immunità materna nel cucciolo. Durante la gravidanza la madre passa ai cuccioli i suoi anticorpi, così da proteggere i suoi piccoli durante il primo periodo della loro vita. Questa condizione, detta immunità materna, ha una durata estremamente variabile: secondo le linee guida gli anticorpi materni possono rimanere nel cucciolo fino ai 6 mesi di vita, ma si tratta di un dato indicativo in quanto è possibile che questa immunità possa scemare fin da quando il cucciolo ha solo un paio di mesi. Inoltre è possibile che all’interno della stessa cucciolata i fratelli abbiano livelli di anticorpi diversi, per questo è fondamentale che il cucciolo venga visitato dal veterinario, così che quest’ultimo possa valutare quando iniziare l’iter vaccinale.

Durante i primi due mesi di vita è fondamentale che il cucciolo non venga esposto a situazioni in cui potrebbe contrarre malattie infettive, inoltre è importante che la madre sia stata vaccinata correttamente.

Se un cucciolo viene vaccinato quando presenta ancora gli anticorpi materni, l’azione del vaccino viene neutralizzata da questi anticorpi e quindi l’efficacia della vaccinazione non può essere garantita. Di conseguenza il cucciolo non riesce a formare i propri anticorpi e, una volta esaurita l’immunità materna, sarà esposto come se non avesse ricevuto il vaccino.

Per questo motivo la figura del veterinario per le vaccinazioni dei cani e dei gatti è estremamente importante: il veterinario valuta la situazione del cucciolo e definisce l’iter vaccinale corretto, individuando il momento in cui il cucciolo, scemata l’immunità materna, riesce a crearsi le proprie difese immunitarie, programmando di conseguenza vaccinazioni e richiami.

Inoltre la presenza del veterinario è importante per poter gestire eventuali reazioni avverse al vaccino: come nel caso degli umani, anche gli animali reagiscono in modo differente alla somministrazione di farmaci e vaccini. Per questo motivo il veterinario controlla la reazione del cane o del gatto al vaccino nei minuti successivi al vaccino stesso; una volta a casa invece sarà il proprietario a monitorare lo stato di salute dell’animale, interfacciandosi con il veterinario in caso di comportamenti anomali.

 

Perché le vaccinazioni nel cane e nel gatto sono così importanti


Oltre a salvaguardare la salute del nostro amico a quattro zampe, i vaccini sono importanti anche per tutti gli altri cani e gli altri gatti: se tutti gli animali fossero vaccinati in modo corretto, la diffusione delle patologie coperte da vaccino si ridurrebbe drasticamente. Per questo spesso ripetiamo “Se ami gli animali, vaccina il tuo”, perché vaccinare il proprio cane o il proprio gatto contrasta la diffusione delle malattie, salvando altri animali.

 

Se si riuscisse a vaccinare ogni animale con i vaccini CORE, si potrebbe raggiungere un’immunità di popolazione che ci permetterebbe di migliorare la qualità della vita di molti cani e gatti.

Leggi i nostri ultimi articoli

Prendersi cura di cani e gatti è una gioia, ma anche un impegno! Nel nostro blog alcuni suggerimenti per farlo al meglio.

I veterinari della San Carlo

Ci occupiamo dei vostri animali domestici con amore e professionalità. Crediamo nella formazione e continuiamo ad aggiornarci per offrire ai nostri pazienti le migliori prestazioni.

Anche cani e gatti possono donare il sangue

Scopri perchè è nata la Fondazione San Carlo e se anche i tuoi animali possono essere iscritti nel nostro registro donatori.

Aree cliniche

Ortopedia, cardiologia, oftalmologia, radiologia, oncologia... Professionalità dei veterinari e tecnologie all'avanguardia per un'offerta clinica a 360°.

PER APPUNTAMENTI E INFORMAZIONI
chiamare lo 030/3167619

Orari di visita:

Lunedì, mercoledì e venerdì: 9.30 - 12.30 / 15.30 - 19.30

Martedì, giovedì e sabato: 9.30 - 12.30 / 14.30 - 19.30 

Per appuntamenti:

Chiamare dal lunedì al sabato dalle 9.30 alle 19.30.

Apertura Pronto Soccorso:

7 giorni su 7 - 24 ore su 24

Ambulanza Veterinaria:

Attiva dal lunedì al sabato dalle 9.00 alle 19.00, chiamando il 3.792.792.118
 

La Clinica Veterinaria San Carlo si trova in Via G. Pascoli, 1/C - Brescia, accanto all'Esselunga di Via Milano.

Condividi su:

Condividi su Facebook